Permanenza

Spostamenti

Durante la permanenza, agli Ospiti, è concessa la possibilità di mantenere le proprie abitudini, compatibilmente con le esigenze della Fondazione Casa di Riposo “Immacolata di Lourdes” ONLUS.

Nel caso decidano di allontanarsi dal Centro Servizi, devono avvertire l’Amministrazione della loro destinazione, del tempo di assenza e il nome dell’eventuale accompagnatore, previa compilazione e sottoscrizione di un apposito modulo denominato “Modulo di registrazione di uscita dell’ospite”, disponibile presso l’ambulatorio infermieristico.

Visite di parenti ed amici

I parenti potranno accedere al Centro Servizi nei seguenti orari:

- dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 15.30 alle 18.00 nel salone al piano terra,

Inoltre sono stati fissati degli orari in cui i parenti degli ospiti possono salire ai piani ed accedere alle stanze da letto:

- dalle 10.30 alle 11.30 e dalle 16.00 alla 17.00.

Visite mediche specialistiche

Per le visite specialistiche presso le strutture sanitarie degli ospedali di Bussolengo, Negrar e Verona, l’ospite sarà accompagnato dal solo autista della casa; nei casi di pronto soccorso e d’urgenza verrà chiamata l’ambulanza (118).

Ricovero ospedaliero

In caso di ricovero ospedaliero dell’Ospite, il Centro Servizi non fornisce assistenza di nessun tipo. Inoltre è possibile utilizzare il servizio lavanderia per il solo lavaggio degli indumenti, ma la consegna di biancheria pulita e il prelievo di quella sporca è a carico dei familiari.

Piani di Assistenza Personalizzati

Le modalità e le responsabilità per la definizione e per la gestione dei Piani Assistenziali Individuali degli ospiti sulla base delle loro caratteristiche, bisogno e del loro contesto familiare è descritta nella procedura del Sistema di Certificazione della Qualità adottato dalla Fondazione Casa di Riposo “Immacolata di Lourdes” ONLUS e precisamente nella PO 07/01 “Accoglienza dei nuovi ospiti e gestione del processo assistenziale”.

La gestione dei PAI comprende anche la valutazione dei risultati che si vogliono ottenere in termini di risoluzione dei problemi e/o di miglioramento del benessere complessivo delle persone.

La progettazione dei PAI concerne la definizione degli obiettivi e di specifiche strategie terapeutico riabilitative ed assistenziali.

Il PAI è soggetto a verifiche e revisioni periodiche sia sulla base delle variazioni della situazione funzionale delle persone che sulla base delle scadenze prestabilite per l’attuazione degli interventi previsti.